Pedro El Breve…Pedro El Grande

0
Pedro El Breve…Pedro El Grande

Eh già, il day after è arrivato. Le elezioni generali in Spagna hanno consegnato un panorama frammentato, come il bipartitismo europeo ci ha ormai abituato a vedere, ma per certi versi più rassicurante di quello che ci si aspettava. E’ la vittoria della sinistra, del PSOE ma soprattutto di Pedro Sánchez, un leader dai mille volti, camaleontico e resiliente e per questo imprevedibile.

Gennaio fa il peccato, e maggio è il condannato

0
Gennaio fa il peccato, e maggio è il condannato

Maggio mese di ciliegi; maggio mare, sole e bei pensieri; maggio, il mese che preannuncia l’estate. Era così fino a quando non ho avuto il piacere di conoscere il mondo dei mercati. A maggio tanti timori potrebbero divenire realtà. La Brexit senza accordi? Per il mercato sarebbe davvero una sorpresa, è un’opzione che potrebbe sicuramente spostare le carte in tavola ma è alquanto improbabile soprattutto se consideriamo l’opposizione dell’intero Parlamento…

L’ingombrante presenza dello status quo

0
L’ingombrante presenza dello status quo

Ucraina: cosa si nasconde dietro l’elezione di Zelens’kyj Comico e Servo del Popolo. Sembra essere questo il modo con cui etichettare il nuovo e giovane presidente della Repubblica Ucraina, Volodymyr Zelens’kyj. “Servo del popolo”, appellativo utilizzato in maniera più o meno coscienziosa, talvolta irritantemente, dai novelli vincitori di una battaglia elettorale. Il virgolettato, però, fa riferimento anche alla serie tv satirica che vedeva Zelens’kyj impersonare, con le vesti di protagonista,…

“Io Voto, e Tu?”

0
“Io Voto, e Tu?”

Non ci siamo mai occupati molto delle elezioni europee, oggi al contrario sembra non si parli di altro. Per fortuna. Eleggere il Parlamento europeo non significa solo decidere chi nei prossimi 5 anni ci rappresenterà a livello comunitario ma soprattutto far trapelare quale idea di Europa intendiamo perseguire nel futuro. Spesso, si parla di quanto l’Unione Europea non sia in realtà altro che un’unione economica che ci permette di costituirci…

Una verità non più nascosta

0
Una verità non più nascosta

Primo passo verso la condanna di Iliescu Tra qualche ora in Romania comincerà, come in tanti paesi europei, la complicata campagna ufficiale di avvicinamento alle elezioni europee. Una strada irta di ostacoli dove gli esacerbanti nazionalismi e la corrente puramente sovranista sembrano star diffondendosi a macchia d’olio nell’intero Vecchio Continente. A Bucarest, dove solo recentemente il regime dittatoriale è sparito, la procura militare rumena ha annunciato la conclusione dell’inchiesta giudiziaria…

La sfida del nostro tempo: il Cambiamento Climatico

0
La sfida del nostro tempo: il Cambiamento Climatico

Tutti si mobilitano quando si parla di Cambiamento Climatico, tutti ad elogiare l’ingenua forza di Greta Thunberg, bambina dagli occhi blu e capelli biondi che mostra più lungimiranza di tutti i grandi del Pianeta messi insieme, ma a conti fatti la situazione non cambia, e le belle parole non restano che tali. Non mi meraviglio infatti leggendo che la Respol, compagnia energetica spagnola, dopo aver dichiarato sostegno all’Accordo di Parigi…

Napoli nel Mondo

0
Napoli nel Mondo

Lunedì 8 aprile 2019,mattinata uggiosa e temperature basse in quel di Madrid, la solita colazione con “espresso estrecho” (vano tentativo di sentirmi a Napoli) e “pan de leche“. Da quando sono qui sono abituata a sedermi, posare il telefono in borsa e aprire i quotidiani spagnoli. All’inizio lo facevo per sfizio, per provare ad ampliare il mio vocabolario arricchendolo di modi di dire e lessico tecnico, poi mi ha conquistato…

Uno sguardo da fuori

Uno sguardo da fuori

L’autocritica fa bene, se eccessiva rischia di diventare controproducente, ma evitarla, come siamo abituati a veder fare dalla nostra classe dirigente, passata e presente, è “solamente” rischiosa. Mi sento una privilegiata a guardare il nostro paese da lontano, perché riesco ad apprezzare a pieno la sua bellezza, ma allo stesso tempo riesco a coglierne tutto ciò che non va e che forse facciamo finta di non vedere.Minimizziamo la crisi economica…

La morte del Nilo

0
La morte del Nilo

Nell’aprile del 2011 l’Etiopia inizia la costruzione della diga Grand Renaissance sul Nilo Azzurro, un ramo del fiume originario del paese. Attraverso questo maxi progetto di infrastruttura idrica Addis Abeba avrebbe la capacità di controllarne ora il flusso. La costruzione iniziata nel 2013, facilitata dalla Primavera Araba e dai problemi interni del Cairo, si veda colpi di stato ed estremismi, è stata dichiarata al 62% di completamento. Si prevede che…